Roscigno vecchia – 01 maggio 2021

Festa dei lavoratori! Ma noi scattiamo il servizio fotografico di coppia samesex di Elvira e Ilaria.

Dopo 6 mesi di posticipazioni, progetti andati in fumo, una valanga di note audio e ricerca di location, ce l’abbiamo fatta. Finalmente siamo riusciti a raccontare la prima parte della storia di Elvira e Ilaria con un servizio fotografico di coppia samesex a Roscigno vecchia. Si, la prima parte, perchè queste due innamoratissime ragazze sperano di riuscire a sposarsi il prossimo giugno.

Ci mettiamo in macchina con un tempo incerto, una minaccia di 80% di pioggia e l’aria afosa di inizio primavera per raggiungere quello che è chiamato “il borgo fantasma con un unico abitante”.

Ed eccolo, Giuseppe, il custode del borgo che ci accoglie seduto davanti alla chiesa con la pipa tra le mani. Unico, solo, libero e speciale, Giuseppe è l’unico abitante di Roscigno vecchia dal 1996.

Abbiamo pensato di realizzare il servizio fotografico di coppia per Elvira ed Ilaria in un periodo difficile come questo per alleviare l’attesa dell’arrivo del loro matrimonio.

ROSCIGNO VECCHIA

Un borgo vittima della forza della natura. Ricostruito più volte, perché più volte colpito da frane, si è ripetutamente spostato per i movimenti franosi, frutto della fragilità del territorio.

Abbandonato su ordinanza, a partire dal 1902, con una lenta migrazione che ha portato all’ esodo, seppur alla vicina Roscigno nuova, quasi totale del paese sul finire degli anni ‘50 e ‘60 del ‘900. Il centro storico di Roscigno Vecchia è posto su una collina, per difendersi, all’epoca, da eventuali attacchi dal mare. Oggi, di questo centro storico, non rimangono che case abbandonate, mantenendo inalterato l’intero arredo urbano. Per questo motivo, è entrato nella lista dei siti Patrimonio Unesco. Nella piazza del borgo, dedicata a Giovanni Nicotera si respira calma e silenzio.

Dei suoi abitanti, un solo uomo ha deciso di ribellarsi alla forza della natura e di sfidare l’instabilità del terreno. Si chiama Giuseppe Spagnuolo, ed è attualmente l’unico abitante tenace che continua a vivere a Roscigno Vecchia. Dal ‘96 Giuseppe si è trasferito in una delle case del paese, e se ne sta là, in poco più di 20 metri quadri tra centinaia di cappelli e cravatte di tutti i tipi ricevute in regalo da chiunque passa a trovarlo.

ELVIRA E ILARIA – Sì è samesex!

Due anni fa ricevo una telefonata poco dopo pranzo in una giornata di inizio estate: “Ciao sono Elvira e l’anno prossimo mi sposo con la mia compagna”. Da lì capisco che parlavamo di un matrimonio samesex.

Circa 6 anni fa iniziavo a scattare fotografie di matrimoni e uno dei primi, forse proprio il secondo che ho scattato è stato il matrimonio di Guido e Walter. Era l’11 giugno 2016, poche settimane dopo l’approvazione della legge n°76 del 20 maggio 2016, che regolamenta le unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina le convivenze e quella stessa notte si sarebbe consumata la STRAGE DI ORLANDO, in cui un folle assassino entra in una famosa discoteca gay e apre il fuoco sulla folla.

Intanto io dietro la macchina fotografica asciugavo le lacrime. Il discorso del loro matrimonio fu estremamente toccante, aveva il sapore di lotta e conquista, di sudore per aver raggiunto quel primo traguardo tanto desiderato. Quel momento fu per me decisivo. Fu lì che ebbi la conferma che nella mia vita avrei voluto raccontare al mondo emozioni come quelle. Oggi, a distanza di 6 anni, in un periodo di nuovo fermento politico sulla questione, con l’attesa dell’approvazione del DDL ZAN, potrò tornare a vivere quelle emozioni che so che il matrimonio di Ilaria ed Elvira mi regalerà.

Per questo ho deciso di trascorrere con loro questa giornata, in un luogo da loro suggeritomi, in cui si sentivano a loro agio e tra una chiacchiera e una risata abbiamo iniziato ad allenarci e a sperimentare in vista del loro matrimonio.

samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex
samesex

Ph: Federica Ariemma e Matteo Lomonte

SHARE
COMMENTS

en_GB