Organizzare un matrimonio. Dilemma che attanaglia tutti gli sposi!

      Prima di raccontarvi come organizzare un matrimonio e i suoi tempi, ci tengo a suggerirvi la soluzione migliore a tutti i problemi: ingaggiare una wedding planner.

      Vale la pena investire in una professionista che si occupi di calcolare per voi i tempi perfetti, che vi alleggerisca da tanti pensieri e preoccupazioni e che progetti il matrimonio cucito a misura per voi, ma che soprattutto sia pronta a fronteggiare qualsiasi imprevisto.

      Però, ci sono casi in cui gli sposi decidono di fare da soli e mi chiedono come organizzare i tempi del loro matrimonio. Utilizzo un metodo molto semplice, basato su un calcolo a ritroso e sulla divisione del matrimonio in 5 parti (preparazione, rito, sessione di coppia, cerimonia e party). Il rito è il punto di partenza per calcolare l’orario della sessione di coppia, della cerimonia e di conseguenza del party. Inoltre dal rito calcolo l’orario di inizio della preparazione.

      Iniziamo! Partiremo quindi con il fissare l’orario del RITO.

      Tenendo conto che i mesi con le giornate più lunghe vanno da maggio ad agosto, potete tranquillamente programmare il rito pomeridiano in questi mesi. Il tardo pomeriggio garantisce sicuramente le temperature migliori, che evitano l’eccessivo caldo. Fatta eccezione per il mese di settembre in cui le ore di luce iniziano a diminuire, per cui l’ideale è un rito nel primo pomeriggio.

      Fissato l’orario del rito pensiamo alla SESSIONE DI COPPIA.

      Gogglate “orario tramonto + luogo e data del matrimonio”. Avrete l’orario preciso della “golden hour” (ora d’oro) in cui il sole inizierà a calare, regalandovi colori caldi e magici. L’orario più bello insomma, quello in cui si ottengono gli scatti migliori. Infatti, a quell’ora probabilmente sarete in riva al mare o passeggiando in un campo, con i capelli e il viso dorati dal sole, abbracciati a scambiarvi le prime coccole e considerazioni da marito e moglie.

      Finita la sessione degli scatti di coppia, le fasi seguenti, quindi CERIMONIA e PARTY, saranno un semplice susseguirsi di eventi che dovrete solo godervi e per i quali non serve calcolare i tempi. E’ un compito riservato alla struttura alla quale vi affidate. Saranno loro ad indicarvi i tempi richiesti per il servizio e l’orario limite per il party. L’unica cosa che ci tengo a suggerirvi è di valutare bene l’illuminazione del luogo riservato alla cena e al party. Vi permetterà di evitare che gli ospiti mangino al buio o che duranti i balli le foto siano penalizzate da una scarsa illuminazione.

      Come vi dicevo all’inizio, nel mio metodo per calcolare i tempi divido in due blocchi il matrimonio. Spero che la prima parte sia stata abbastanza chiara. Adesso vi spiego l’ultima parte di questa organizzazione. Partendo sempre dal rito calcolo l’orario d’inizio della PREPARAZIONE.

      Prima di tutto calcolate il tempo impiegato dal luogo della preparazione per raggiungere la location o la chiesa e da questa alla cerimonia. Tenete presente che quel giorno vivrete tante emozioni, in abiti e scarpe spesso non troppo comode e ad alte temperature, quindi meno spostamenti si fanno, meglio è. Questo tempo vi sarà utile per calcolare l’orario in cui make up artist e hairstylist dovrebbero iniziare la preparazione della sposa. Calcolate l’orario d’inizio della preparazione circa 4 ore prima della partenza per raggiungere il luogo del rito. Dovrete essere le ultime ad essere truccate e pettinate.

      Non è stato facile mettere per iscritto tutto ciò, ma spero possa essere d’aiuto a chi stà pianificando il suo matrimonio.

      photo credits: Federica Ariemma

      SHARE
      COMMENTS